POST-VOUCHER 2020 - Concessione di aiuti per le assunzioni di soggetti già assegnatari di voucher formativi

Avviso pubblico POST-VOUCHER 2020 - Concessione di aiuti per le assunzioni di soggetti già assegnatari di voucher formativi ex D.D. Arpal Umbria n. 63 del 05/09/2018 Parte 3 - “Incentivi all’assunzione UMBRIATTIVA Giovani e UMBRIATTIVA Adulti” Finanziato dal P.O.R. Programma Operativo Regionale F.S.E. (Fondo Sociale Europeo) Umbria 2014-2020 OB. “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione” Asse I “Occupazione” Priorità di investimento 8.2 - R.A. 8.1 – Azione 8.1.1 - Intervento specifico 8.1.1.6.A – Scheda GE.O 6.1.3 Aiuti all’assunzione - Priorità di investimento 8.1 - R.A. 8.5– Azione 8.5.1 - Intervento specifico 8.5.1.6.A - Scheda GE.O 6.1.3 Aiuti all’assunzione

Che cos'è  l’Avviso POST-VOUCHER 2020

È un avviso pubblico per il finanziamento di incentivi per le imprese che assumono i soggetti giovani o adulti che, a seguito dell’adesione al Programma Umbriattiva 2018, siano stati assegnatari da parte dei Centri per l’Impiego di un voucher per la frequenza di corsi di formazione iscritti a Catalogo Unico Regionale degli Apprendimenti che portino, ai sensi del DM 30.06.2015, al conseguimento di una qualificazione o di abilitazione professionale oltre che eventuali specializzazioni post qualifica e abbiano completato il percorso formativo anche in assenza dell’espletamento dell’esame di qualifica.

L'avviso è stato approvato con Determinazione Dirigenziale n. 466 del 27.04.2020

 

A chi si rivolge - beneficiari

I soggetti ammessi alla presentazione delle richieste di aiuto per le assunzioni sono le imprese o i soggetti ad esse assimilabili che assumono i soggetti giovani o adulti che a seguito dell’adesione al Programma Umbriattiva 2018, siano stati assegnatari da parte dei Centri per l’Impiego di un voucher per la frequenza di corsi di formazione iscritti al Catalogo Unico Regionale degli Apprendimenti che portino, ai sensi del DM 30.06.2015, ad una qualificazione o ad una abilitazione professionale o ad una eventuale specializzazione post qualifica e che abbiano completato  il percorso formativo anche in assenza dell’espletamento dell’esame di qualifica.

Possono accedere all’aiuto le imprese e i loro consorzi, le associazioni, le fondazioni e i loro consorzi, le cooperative e i loro consorzi, i soggetti esercenti le libere professioni in forma individuale, associata o societaria, altri soggetti e organismi di natura privata - di seguito per brevità definiti “impresa” - che, sulla base della propria struttura e organizzazione e delle norme che le disciplinano, siano in grado di assumere senza dover ricorrere a procedure concorsuali o ad esse assimilabili per la selezione del personale a tempo indeterminato.

Nel caso di assunzione con contratto di somministrazione i beneficiari degli aiuti sono individuati nelle imprese utilizzatrici

 

Tipologie di contratto di assunzione e relativi incentivi

Gli aiuti all’assunzione riguardano l’attivazione di contratti di lavoro subordinato:

  1. a tempo indeterminato (anche a scopo di somministrazione) ivi compresi i contratti di apprendistato;
  2. a tempo determinato (anche a scopo di somministrazione), di durata pari o superiore a 12 mesi.

Per assunzione di giovani che  hanno aderito a UMBRIATTIVA Giovani l’incentivo varia in base al tipo di contratto di assunzione e della profilatura effettuata dai Centri per l’impiego, da Euro 1.500, 00 a 6.000,00
Per assunzioni di iscritti alla Legge 68/99, purché effettuate al di fuori dell’obbligo, l’incentivo varia da Euro  5.000,00 a 10.000,00.

Per assunzione di adulti che  hanno aderito a UMBRIATTIVA Adulti l’incentivo varia in base al tipo di contratto di assunzione e alla classe di appartenenza (età e tempo di disoccupazione), da Euro 1.000, 00 a 10.000,00
Per assunzioni di iscritti alla Legge 68/99, l’incentivo è erogato purché  le stesse siano effettuate al di fuori dell’obbligo.

Sono ammissibili a finanziamento anche le richieste di aiuto per assunzioni già effettuate alla data del 06.05.2020 (pubblicazione dell’avviso Post-voucher 2020 nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria (BURU), a condizione che il percorso formativo sia stato concluso.

 

Tipologie di assunzioni per avere accesso all’incentivo

L’aiuto è concesso alle imprese che, all’atto della presentazione della richiesta di incentivo, abbiano già assunto il lavoratore – entro i termini fissati all’art.4 dell’avviso - presso l’unità produttiva ricadente nel territorio della regione Umbria e successivamente al superamento del periodo di prova qualora previsto dal C.C.N.L. di riferimento.

In caso di contratto di somministrazione, le imprese utilizzatrici potranno presentare la richiesta di aiuto solo successivamente all’assunzione effettuata dall’Agenzia di somministrazione di lavoro ed alla stipula del contratto commerciale tra Agenzia e azienda utilizzatrice e successivamente all’invio, da parte del datore di lavoro, della comunicazione obbligatoria di inizio missione del lavoratore.

L’incentivo è concesso per l’intero importo, purché il relativo contratto di lavoro preveda un orario settimanale pari o superiore al 75% dell’orario settimanale stabilito come ordinario dal CCNL di riferimento.

In caso di assunzione con contratto part-time che preveda un orario settimanale inferiore al 75% dell’orario settimanale stabilito come ordinario dal CCNL di riferimento, l’incentivo verrà proporzionalmente ridotto. In ogni caso, per poter usufruire dell’incentivo, il part-time non potrà essere inferiore al 50% dell’orario contrattuale previsto dal CCNL. Nel caso di assunzione part-time per le ore dal 50% al 75% l’incentivo sarà riparametrato rispetto alle ore di lavoro indicate nel singolo contratto.

Ai fini della determinazione dell’incentivo è considerato:

  1. obiettivo finale dell’intervento, la permanenza della situazione occupazionale per almeno 12 mesi, sia nel caso di assunzione a tempo indeterminato che a tempo determinato. Nel caso di contratto in somministrazione (sia a tempo determinato che indeterminato) è considerato obiettivo finale la permanenza in missione presso lo stesso utilizzatore per almeno 12 mesi;
  2. obiettivo intermedio dell’intervento, il mantenimento della situazione occupazionale per almeno 6 mesi con riguardo alla sola fattispecie dell’assunzione a tempo indeterminato e solamente nei casi previsti ai successivi commi 9 e 10;
  3. per assunzioni a tempo determinato non è previsto alcun obiettivo intermedio.

 

Modalità di finanziamento

La concessione e la rendicontazione dell’incentivo saranno effettuate secondo la modalità prevista per la metodologia delle somme forfettarie per incentivi all'assunzione ed alla stabilizzazione, così come indicato nel Manuale Generale delle Operazioni (GE.O), scheda 6.1.3 “AIUTI ALL’ASSUNZIONE”.

 

Cumulo degli incentivi

L’incentivo per le assunzioni è cumulabile con altri incentivi all’assunzione di natura economica o contributiva non aventi natura selettiva rispetto ai datori di lavoro o ai lavoratori.

Nel caso di assunzione di soggetti rientranti nella misura Umbriattiva Giovani, l’incentivo previsto dal presente Avviso non è cumulabile con quello previsto dal Piano Attuativo Regionale del programma nazionale Garanzia Giovani di cui alla D.G.R. 514/2014 e s.m.i. né con gli incentivi rientranti nell’ambito dell’“Incentivo occupazione NEET” istituito, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Iniziativa Occupazione Giovani”, dal decreto Anpal n.3/2018.

L’incentivo di cui al presente Avviso non è cumulabile con altri incentivi a valere su POR FSE Regione Umbria 2014-2020 erogati per l’assunzione del medesimo soggetto.

Gli aiuti a favore dei lavoratori con disabilità ex Regolamento n. 651/2014 possono essere cumulati con altri aiuti esentati in virtù del medesimo regolamento (ivi ricomprese le agevolazioni ex-art. 13 della Legge 68/99) relativamente agli stessi costi ammissibili oltre la soglia massima applicabile prevista (75%) purché tale cumulo non si traduca in un'intensità di aiuto superiore al 100 % dei costi salariali in qualsiasi periodo in cui i lavoratori in questione siano stati impiegati.

 

Come si presentare richiesta di incentivo - tempi

Le imprese interessate ad usufruire dell’incentivo potranno presentare la propria richiesta di aiuto a decorrere,  dal 06.05.2020 fino ad esaurimento della dotazione finanziaria.
Sarà cura di Arpal Umbria dare evidenza pubblica, con apposito atto, dell’eventuale chiusura del presente avviso per esaurimento della suddetta dotazione finanziaria.
 

Documentazione da presentare

Deve essere presentata tramite PEC  all’indirizzo politichelavoro@pec.arpalumbria.it la seguente documentazione, così come specificato nell’avviso:

  1. richiesta di concessione dell’incentivo (Allegato 1);
  2. dichiarazione relativa agli aiuti di Stato (Allegato 2 o, alternativamente, Allegato 3);
  3. copia del contratto di somministrazione e copia del contratto commerciale tra Agenzia per il lavoro e azienda utilizzatrice (se pertinenti),

La mancata presentazione della dichiarazione “de minimis” o della dichiarazione relativa agli aiuti ex Regolamento (UE) n. 651/2014 comporterà l’automatica decadenza del diritto del beneficiario all’ottenimento dell’aiuto.

 

RICHIESTA INFORMAZIONI:

ARPAL Umbria - Servizio Politiche Integrate del Lavoro
Sezione Programmazione e attuazione dell’offerta formativa ad accesso individualizzato e degli apprendimenti in contesto lavorativo
Via Mario Angeloni, 61 – 06124 Perugia
Tel. 075/5045769 -  (dal lunedì al venerdì ore 9,00-13,00)
e-mail : fsorbolini@regione.umbria.it

AVVISI: 
AllegatoDimensione
PDF icon Avviso pubblico POST_VOUCHER 2020596.1 KB
Top