Disposizioni valide dal 15 marzo al 5 aprile per corsi di formazione, tirocini, laboratori, esami finali

12 Marzo 2021

Dal 15 marzo e fino al 5 aprile 2021, in attuazione di quanto stabilito all’art.25 del DPCM  del 2 marzo 2021 e dallOrdinanza 12 marzo 2021 n. 23 della Presidente della Giunta Regionale, si dispone quanto segue:

IN TUTTO IL TERRITORIO REGIONALE:

  • Tutti i corsi di formazione pubblici o privati approvati o autorizzati dalla Regione Umbria e da ARPAL Umbria, continuano ad essere svolti in modalità telematica a distanza, compresi i percorsi di formazione regolamentati, secondo le linee guida approvate con Determinazione del Coordinatore n. 324/20
     
  • La formazione in azienda è consentita, esclusivamente per i dipendenti dell'azienda stessa, secondo quanto previsto dall'art. 25 comma 7 del DPCM  del 2 marzo 2021
     
  • I corsi di formazione da effettuarsi in materia di protezione civile, salute e sicurezza possono essere svolti in presenza, a condizione che siano rispettate le misure di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL
     
  • L’attività formativa nell’ambito di tirocini e stage, oltre che in modalità a distanza, potrà svolgersi in presenza solo per le attività economiche consentite dall’ordinanza n. 23 del 12 marzo 2021 a condizione che siano rispettate le misure di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL
     
  • Le attività formativa di laboratorio NON possono essere svolte in presenza
     
  • Tutti gli esami finali dovranno essere svolti in modalità telematica a distanza secondo le linee guida approvate con Determinazione del Coordinatore n. 686/2020 
     
  • Le prove di laboratorio o tecnico pratiche NON possono essere svolte in presenza.
    Nel caso di svolgimento di prove di laboratorio o tecnico-pratiche in modalità a distanza, è necessario che la realizzazione delle prove produca un risultato chiaramente identificabile, osservabile e valutabile a distanza, sia verificata la disponibilità dell'attrezzatura tecnologica necessaria da parte di tutti gli allievi e garantita la possibilità per tutti di svolgere l'esame in tale modalità.

 

 

Data: 
Venerdì, 12 Marzo, 2021
Top