Nuove regole fino al 28 febbraio per corsi di formazione, tirocini, laboratori, esami finali

20 Febbraio 2021

Dal 22 febbraio e fino al 28 febbraio 2021, in attuazione di quanto stabilito all’art.1 comma 10 lettera s del DPCM 14 gennaio 2021 e dell’Ordinanza 19 febbraio 2021 n. 17 della Presidente della Giunta Regionale, si dispone quanto segue:

NELLE ZONE ROSSE:

  • Tutti i corsi di formazione pubblici o privati approvati o autorizzati dalla Regione Umbria e da ARPAL Umbria, continuano ad essere svolti in modalità telematica a distanza, compresi i percorsi di formazione regolamentati, secondo le linee guida approvate con Determinazione del Coordinatore n. 324/20
     
  • I corsi di formazione da effettuarsi in materia di salute e sicurezza possono essere svolti in presenza, a condizione che siano rispettate le misure di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL.
     
  • L’attività formativa nell’ambito di tirocini e stage, oltre che in modalità a distanza, potrà svolgersi in presenza
     
  • L’attività formativa nell’ambito di tirocini e stage, oltre che in modalità a distanza, potrà svolgersi in presenza solo per le attività economiche consentite dall’ ordinanza n. 14 del 06.02.2021, n.17 del  19.02.2021.a condizione che siano rispettate le misure di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL.
     
  • Le attività formativa di laboratorio NON possono essere svolte in presenza
     
  • Tutti gli esami finali dovranno essere svolti in modalità telematica a distanza secondo le linee guida approvate con Determinazione del Coordinatore n. 686/2020. 
     
  • Le prove di laboratorio o tecnico pratiche NON possono essere svolte in presenza.
    Nel caso di svolgimento di prove di laboratorio o tecnico-pratiche in modalità a distanza, è necessario che la realizzazione delle prove produca un risultato chiaramente identificabile, osservabile e valutabile a distanza, sia verificata la disponibilità dell'attrezzatura tecnologica necessaria da parte di tutti gli allievi e garantita la possibilità per tutti di svolgere l'esame in tale modalità.

 

NELLE ALTRE ZONE:

  • Tutti i corsi di formazione pubblici o privati approvati o autorizzati dalla Regione Umbria e da ARPAL Umbria, continuano ad essere svolti in modalità telematica a distanza compresi i percorsi di formazione regolamentati, secondo le linee guida approvate con Determinazione del Coordinatore n. 324/20
     
  • I corsi di formazione da effettuarsi in materia di salute e sicurezza possono essere svolti in presenza, a condizione che siano rispettate le misure di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL.
     
  • L’attività formativa nell’ambito di tirocini e stage, oltre che in modalità a distanza, potrà svolgersi in presenza a condizione che siano rispettate le misure di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL. 
     
  • Le attività formativa di laboratorio, ove necessaria, potrà svolgersi in presenza, a condizione che siano rispettate le misure di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL.
     
  • Tutti gli esami finali dovranno essere svolti in modalità telematica a distanza secondo le linee guida approvate con Determinazione del Coordinatore n. 686/2020. 
     
  • Le prove di laboratorio o tecnico pratiche potranno essere svolte in presenza, nel rispetto delle misure di sicurezza di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL.. Nel caso di svolgimento di prove di laboratorio o tecnico-pratiche in modalità a distanza, è necessario che la realizzazione delle prove produca un risultato chiaramente identificabile, osservabile e valutabile a distanza, sia verificata la disponibilità dell'attrezzatura tecnologica necessaria da parte di tutti gli allievi e garantita la possibilità per tutti di svolgere l'esame in tale modalità.

 

Data: 
Sabato, 20 Febbraio, 2021
Top