Procedura di licenziamento collettivo

Le imprese che nell’ambito del piano di risanamento connesso alla CIGS non possono assicurare il reimpiego dei lavoratori sospesi e le imprese che occupano più di quindici dipendenti che, in conseguenza di una riduzione o trasformazione di attività o di lavoro, intendano effettuare almeno cinque licenziamenti, nell'arco di centoventi giorni, in ciascuna unità produttiva, o in più unità produttive nell'ambito del territorio di una stessa provincia devono rispettare quanto previsto dalla L.223/91 art.4 in tema di licenziamenti collettivi.

L’impresa deve inviare la documentazione prevista dalla normativa unitamente alla modulistica approvata con D.D. 1186/2019 via PEC all’indirizzo: politichelavoro@pec.arpalumbria.it (indicare nell'oggetto della PEC la dicitura: licenziamenti collettivi)

  1. Apertura fase sindacale 
    - Richiesta Apertura Procedura di Licenziamento Collettivo
    - Scheda di sintesi
     
  2. Chiusura fase sindacale 
    - Verbale di chiusura procedura di Licenziamento Collettivo
    - Eventuale Richiesta apertura fase amministrativa (il servizio provvederà alla convocazione delle parti entro i termini di legge) 
     
  3. Comunicazione dei licenziamenti effettuati
    - Elenco Lavoratori Licenziati  (da inviare via PEC anche ai CPI competenti:
     Perugia, Città di Castello e Foligno lavoroperugia@pec.arpalumbria.it
     Terni e Orvieto lavoroterni@pec.arpalumbria.it 
Top