Programma Cre.S.C.O. Crescita Sviluppo Competitività Occupazione - imprese

Il programma  Cre.s.c.o. Crescita, sviluppo, competitività e occupazione per l’erogazione di servizi alle imprese con piano di sviluppo occupazionale  è finalizzato a:

  • favorire la ripresa del sistema produttivo regionale, sostenendo le imprese che investono nella realizzazione di loro piani di sviluppo
  • incrementare e migliorare l’occupazione, rispondendo in maniera puntuale e qualificata ai fabbisogni di personale e di competenze professionali delle imprese del territorio
  • migliorare l’efficacia e la qualità dei servizi per il lavoro, favorendo l’incontro tra domanda e offerta di professionalità in tempi brevi e in modo efficace
  • offrire alle persone disoccupate iscritte ai CPI regionali strumenti di politiche attive del lavoro per accrescere le loro competenze, in linea con le esigenze del sistema produttivo locale, e favorire l’ingresso stabile nel mondo del lavoro.

Possono partecipare al programma le imprese che manifestino la concreta sussistenza di un piano di sviluppo o di riconversione tecnologica e organizzativa, con la necessità di incrementare l’organico aziendale, servizi specialistici per la selezione del personale, strumenti formativi e incentivi all’assunzione, finalizzati ad agevolare l’attuazione del piano stesso.

Nello specifico, si supportano le aziende per piani di sviluppo o di riconversione tecnologica e/o organizzativa (una o più aziende del medesimo settore o filiera produttiva); condizione necessaria è l’assunzione a tempo indeterminato (nei dodici mesi successivi alla presentazione della richiesta di finanziamento) di almeno una persona disoccupato iscritto ai Centri per l’impiego dell'Umbria.

Come aderire

Le imprese possono aderire a Cresco tramite organismi di formazione pubblici o privatiaccreditati ai sensi della normativa regionale per la macrotipologia formazione continua e permanente che presentano domanda per l'avviso pubblico.

 

Incentivi alla creazione di rappporti di lavoro per l’assunzione con contratti a tempo indeterminato dei disoccupati

Le aziende che assumono giovani e/o adulti che hanno partecipato alle iniziative previste dall'Avviso Cresco   possono beneficiare di un incentivo all'assunzione in misura variabile al tipo di contratto di lavoro in relazione alla profilazione (distanza della persona dal mercato del lavoro) effettuata dai Centri per l'Impiego.

Dopo l’approvazione del progetto, l’individuazione dei candidati, la conclusione dei percorsi formativi (corso di formazione e/o tirocinio) l’azienda che procederà all’assunzione potrà beneficiare di un incentivo economico. Le assunzioni dovranno perfezionarsi di norma entro 30 giorni dal termine dello strumento formativo (corso di formazione e/o tirocinio)

L’ammissibilità e l’entità dell’incentivo dipendono anche dal regime di aiuti prescelto dall’azienda all’atto della presentazione del progetto. In regime de minimis (Reg. UE n. 717/2014); l’incentivo è di 5,000 euro per l’assunzione di un giovane in età inferiore ai trent’anni, di 7.000 per gli over 30, i percettori di Naspi, Asdi ed indennità di mobilità. Tali incentivi salgono a 9.000 euro se l’assunzione riguarda donne o persone over 45 .

In regime di aiuti di stato di soggetti svantaggiati e disabili (Reg. UE n. 651/2014); l’incentivo è massimo di 7.000 per i soggetti svantaggiati; per i soggetti molto svantaggiati fino ad un massimo di 9.000 euro, per i soggetti disabili l’incentivo è massimo di 10.000 euro.
Per le imprese che assumono con il contratto di apprendistato il contributo massimo erogabile è pari a 5.000 euro.

Gli incentivi sono cumulabili con altri incentivi all’assunzione. Per poterne beneficiare è neccessario  non avere effettuato licenziamenti, non interrompere il rapporto di lavoro a t.i. legato all’incentivo per almeno 12 mesi successivi all’assunzione.

Sono escluse dal contributo le soc. di somministrazione e le trasformazioni.

 

 

 

Top