Apprendistato professionalizzante per le imprese

L'apprendistato professionalizzante è un contratto di lavoro a tempo indeterminato a contenuto formativo, che permette di assumere giovani di età compresa tra i 18 (o 17 anni se in possesso di una qualifica professionale) e i 29 anni (sino al giorno precedente il compimento del trentesimo anno) per l'acquisizione di una qualificazione professionale a fini contrattuali. Con questa tipologia di contratto è possibile anche assumere, senza limiti di età, i lavoratori beneficiari di un trattamento di disoccupazione ai fini della loro qualificazione o riqualificazione professionale.

Possono stipulare contratti di apprendistato professionalizzante le imprese private appartenenti a tutti i settori di attività. Per i soggetti pubblici è necessario attendere la regolamentazione attuativa.

Il contratto di apprendistato professionalizzante consente all'azienda di assumere e formare le nuove professionalità ad un costo del lavoro vantaggioso, in quanto sia la remunerazione che gli oneri previdenziali e assistenziali sono ridotti.

L’elemento caratterizzante di questo contratto è rappresentato dal fatto che il datore di lavoro è tenuto ad erogare, come corrispettivo della presentazione di lavoro, non solo la retribuzione, ma anche la formazione necessaria all’acquisizione delle competenze professionali o alla riqualificazione di una professionalità, unitamente alla formazione relativa alle competenze di base e trasversali erogata dalla Regione.

 

 Per ulteriori informazioni consulta le Schede di approfondimento allegate.

 

Top